spacer.png, 0 kB
Home Page arrow Notizie arrow Ultime arrow CALZOLARI Vs NAMSAKNOI
Menu principale
Home Page
Flavio Monti
Agonisti
Staff Tecnico
News
Gare
Stages
I.M.B.A.
Calendario attivitą
Galleria Immagini
Orario Corsi
Contattaci
Rassegna stampa
Links
Chi e' online
Abbiamo 1 visitatore online
Other Menu
Amministratore
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
IMBA
Il Guerriero
Diego
Tattoo
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
CALZOLARI Vs NAMSAKNOI PDF Stampa E-mail

Far comprendere ai più cosa si cela dietro la parola, senza dubbio oggi anacronistica, “etica del guerriero” è diventato sempre più un utopia, ma le cifre, quelle, le comprendono tutti….apriamo quindi il discorso Calzolari Vs Namsaknoi con le cifre: Diego circa una quarantina di match Namsaknoi trecento match di cui ducentottantacinque vinti…….tradotto in parole povere una differenza quasi incolmabile. Vi è ancora bisogno che io perda tempo a raccontarvi come qualche “opinionista virtuale” ha perso l’ennesima (ed ultima) occasione per star zitto, bollandola come “una battaglia contro i mulini a vento”?..no, non credo!, Io non amo e non seguo il calcio, ma comprendo sempre di più cosa s’intende dire quando si dice che in Italia ci sono quaranta milioni di allenatori, significa, al “succo” che ognuno, praticante o no, esperto od incompetente, si sente male se non dice la sua.

La libertà di opinione è un dato di fatto, che però non dovrebbe scadere nel dire cazzate agghiaccianti, dettate da simpatie o antipatie personali..quindi, quello che qualcuno, senza nemmeno conoscere personalmente Diego o il suo “vissuto” ha bollato come “battaglia contro i mulini a vento” è tutt’altro..

Sì c’è dietro molto di più, ma per saperlo bisogna conoscere la storia di ogni singolo atleta, ma restando obbiettivi, NON facendosi influenzare da preconcetti per sentito dire! …io la storia di Diego la conosco meglio di chiunque altro, ma quanti di voi sanno che ha combattuto per la prima volta a quindici anni, affrontando sempre gente più anziana pesante ed esperta (do you remember Rinaldo???) conoscete Lukin Pave? Un croato veramente bravo con cui Diego ha incrociato i guanti quando aveva solo diciotto anni, allora? combatte solo contro i tailandesi, contro cui  non è un disonore perdere? ….allora? Andrei Perideri, affrontato a Kiev a soli 17 anni…chi era? Fra cazzo d’Avelletri? 

Non è facile essere maestro ed agonista, fare stage in giro per l’Italia per conto della federazione e dedicarsi alla propria preparazione contemporaneamente..è matematico! Ora, Diego che ha deciso di fermarsi (cosa che io condivido pienamente) potrà così, dedicarsi serenamente a ciò che da sempre è la sua professione, la Muay Thai, seguendo più da vicino la sua ottima squadra agonistica, ragazzi per i quali sono i risultati a parlare, e quello che più conta continuare a porre la nostra disciplina sotto l’occhio mediatico, come ha fatto sino ad ora, ed alla “grande”, e Dio sa se ce n’è bisogno in tempi in cui ogni giorno nasce una nuova arte marziale oppure una nuova fantomatica federazione, magari fatta con gli scarti delle altre.

Il match? In due parole, il grande cuore di Diego, che lo ha portato ad attaccare con foga, ed un super dall’altra parte, che lo “incrociava” con la precisione tipica dei grandi ed esperti atleti, sorprendendoci alla grande, noi preoccupati del calcio alto destro, con una ginocchiata di prima intenzione che avrebbe ammazzato un somaro…onore a lui! 

Non serve dirlo, ma Diego sa perfettamente, che sono onorato di aver partecipato anche a questa ultima battaglia, perché vi piaccia o meno, anche stavolta è stata scritta una pagina di un vita, che molti altri rinunciano, in partenza, a scrivere. 

Flavio Monti 

Image

Image

Image

 

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Copyright © 2008 - Designed by Team Teach srl spacer.png, 0 kB